Archivi categoria: Mozioni

NO OMBRINA – ADRIATICO, UN MAREA CONTRO IL PETROLIO – PARTECIPAZIONE

FacebookTwitterPrintShare

noombrinaIl progetto Ombrina Mare della Medoilgas (MOG) di Londra prevede la trivellazione di sei pozzi di petrolio, l’installazione di una piattaforma a sei chilometri da riva e di una nave desolforante di tipo FPSO a nove chilometri dalle spiagge d’Abruzzo. Già nell’aprile 2013 ci fu una mobilitazione di oltre 40.000 persone per dire no a tale progetto, tra i partecipanti anche il consigliere Marinucci, e, grande assente, l’amministrazione dell’allora sindaco Di Brino. Il 23 maggio prossimo vi sarà un’altra grande mobilitazione popolare a Lanciano per ribadire il secco no alla trivellazione del mare adriatico, e a tal proposito, i consiglieri Paolo Marinucci e Daniele Paradisi intendono impegnare l’amministrazione Sbrocca affinché si faccia portavoce della tutela del mare molisano.

“Ieri mattina abbiamo protocollato una mozione indirizzata all’intero consiglio comunale per richiedere l’adesione formale del Comune di Termoli alla manifestazione NO OMBRINA – ADRIATICO, UN MARE CONTRO IL PETROLIO che si terrà a Lanciano il prossimo 23 maggio e di essere presenti al corteo con la fascia tricolore ed il gonfalone della città. Tutto questo perché è inaccettabile che sia qualcun altro, dall’alto e dispoticamente, a decidere le sorti del nostro mare e della nostra terra: a tal proposito vorrei ricordare che i due terzi del territorio molisano sono nel mirino delle multinazionali petrolifere e i tre principali centri della Regione ricadono addirittura in concessioni o istanze di concessione; non solo, perché gran parte del mare antistante la regione è sottoposto a richieste per estrazione o ricerca idrocarburi. E cosa dovremmo fare noi cittadini? Restare a guardare immobili mentre ci scippano il nostro mare e distruggono la nostra terra? Dovremmo accettare silenziosamente la costruzione di pozzi petroliferi nelle nostre acque e tra i campi arati?”

“A tutto questo il mio totale disappunto che già specificai partecipando (insieme all’allora consigliere Di Blasio) alla precedente manifestazione del 2013. Non vorrei trovarmi da solo anche questa volta ma mi piacerebbe appunto che sia in primis l’amministrazione comunale a difendere il territorio di Termoli e della regione. Spero che la mia istanza venga accolta e che il 23 maggio anche la bandiera di Termoli possa svettare alta in mezzo a tutte le altre che si battono in difesa del mare adriatico” Continua a leggere

PARCO NAZIONALE COSTA DEI TRABOCCHI

FacebookTwitterPrintShare

trabuccoI turisti e i cittadini che passeggiano lungo il muraglione del Borgo Antico di Termoli, soprattutto, al tramonto, non possono non restare ammirati dai trabucchi. Queste possenti macchine che da oltre un secolo caratterizzano la costa del medio adriatico e che resistono al tempo e ai fortunali anche qui a Termoli. Grazie ad alcuni nostri concittadini e alle loro ricerche storiche la storia dei trabucchi la conosciamo tutti.

Le vecchie foto di Termoli ci mostrano il primo esemplare costruito quando il Borgo era a picco sul mare, altri piantati lungo la vecchia banchina lato sud del porto, di cui ancora oggi uno resiste. Altri al limite della spiaggia e giù via fino a Ponte sei voci. Non tutti esistono più. Termoli ha, in questo momento tre trabucchi funzionanti e uno in costruzione. Altri dovrebbero essere costruiti per richiamare questa secolare tradizione.

Sarebbe auspicabile fare di tutto perché non si disperda tale tradizione, ma soprattutto perché l’apporto che tali “macchine” possono dare al turismo della nostra cittadina sia sfruttato a pieno. A tal proposito, l’Abruzzo da diversi anni sta lavorando alla realizzazione di un “Parco Nazionale della Costa dei Trabocchi”. In questi ultimi mesi è stato anche nominato, dal Governo, un Commissario che dovrebbe occuparsi della sua implementazione.

Continua a leggere

STALLI BLU – SOSTA BREVE GRATUITA

FacebookTwitterPrintShare

sostabreveI consiglieri comunali Paolo Marinucci Daniele Paradisi in una mozione che sarà protocollata al Comune chiedono al Sindaco di impegnarsi affinché si possa sostare negli stalli blu gratuitamente per i primi 15 minuti.

Considerato lo stato attuale delle cose troviamo che c’è stato un forte incremento degli stalli a pagamento rispetto a quelli gratuiti (compensazione rispetto ai parcheggi eliminati sul corso nazionale) ed inoltre non si favorisce un sistema di mobilità sostenibile.

La proposta pensata va in due direzioni. La prima è quella di dare la possibilità a chi, dovendo venire in centro per commissioni o altro, ha la possibilità di non pagare la sosta se effettivamente riesce a terminare il tutto entro i quindici minuti. La seconda è di incentivare l’acquisto anche nei negozi del centro visto che si potrebbe sempre in un tempo limitato disporre di una franchigia nel parcheggio.

Continua a leggere

STALLO SOSTA PORTATORI DI HANDICAP – INFORMAZIONI

FacebookTwitterPrintShare

sostadisabili            I consiglieri comunali Paolo Marinucci e Daniele Paradisi in una mozione che oggi sarà protocollata al Comune chiedono al Sindaco di impegnarsi alla realizzazione nei pressi del plesso scolastico di via Cina di uno stallo per la sosta dell’auto a servizio dei portatori di handicap anche mediante la modifica regolamentare se necessaria.

Presso il plesso scolastico di via Cina attualmente ci sono due situazioni di disagio per raggiungere la scuola e che la situazione peggiora in caso di pioggia e freddo. Una situazione conosciuta a tal punto che alcuni cittadini (oltre 150) hanno raccolto delle firme per supportare la ricerca di una soluzione che potrebbe essere quella di realizzare uno stallo di sosta per portatori di handicap.

Prendendo spunto da questi esempi avrebbe senso estendere una valutazione anche ad altri plessi cittadini per vedere se ci sono esigenze simili.

Continua a leggere

Adesione al progetto “Una scelta in Comune” – promosso dall’Associazione Nazionale Emodializzati Dialisi e Trapianto – Onlus (ANED)

FacebookTwitterPrintShare

scelta_comune_1I consiglieri comunali Paolo Marinucci e Daniele Paradisi in una mozione che oggi sarà protocollata al Comune chiedono al Sindaco e all’Amministrazione tutta di aderire al progetto “Una scelta in Comune” promosso dall’ Associazione Nazionale Emodializzati  Dialisi e  Trapianto – Onlus- ANED Onlus.

La donazione di organi e tessuti rappresenta un atto di grande solidarietà verso il prossimo, un segno di civiltà,di rispetto per la vita e di maturazione culturale di un paese, nonché costituisce un’ efficace  terapia per alcune gravi malattie e l’unica soluzione per patologie non altrimenti curabili.

Ad oggi, le norme di legge (si veda l’articolo 43 del decreto legge 69/2013, convertito dalla Legge 98/2013) dispongono che la carta d’identità può contenere l’indicazione del consenso ovvero del diniego della persona a donare gli organi in caso di morte (si tratta per altro, per il singolo, di una facoltà e non di un obbligo).

Continua a leggere

BIBLIOTECA COMUNALE – G. PERROTTA

FacebookTwitterPrintShare

biblioteca_libri

I consiglieri comunali Paolo Marinucci e Daniele Paradisi in una mozione che oggi sarà protocollata al Comune chiedono al Sindaco e all’Amministrazione tutta un impegno fattivo per migliorare le condizioni in cui versa la Biblioteca Comunale “G. Perrotta”.

In particolar modo tre sono le richieste: l’acquisto di nuovi scaffali per garantire ai libri una sistemazione ottimale e sicura; la destinazione di mille euro annui per l’acquisto di nuovi libri (di cui una parte da destinare all’acquisto di libri per bambini in collaborazione con l’Associazione “Nati per leggere”); la presenza stabile di un bibliotecario professionista che possa offrire tra le altre cose il servizio di catalogazione dei testi presenti e futuri per rendere efficiente il tutto.

Continua a leggere

PORTO DI TERMOLI – ILLUMINAZIONE E MESSA IN SICUREZZA

FacebookTwitterPrintShare

portoAl porto di Termoli fra qualche tempo avremo – forse – un nuovo strumento innovativo:  il sistema di videosorveglianza informatica e di telematica per la logistica. Però mancano gli elementi essenziali che un porto – prima di tutto rifugio sicuro di chi va per mare – dovrebbe avere.

Sono anni che lamentiamo dando voce a chi vive il porto tutti i giorni dell’annoso ma soprattutto pericoloso problema del rientro delle imbarcazioni dovuto al problema dei fondali. Da qualche tempo si è aggiunto anche la questione dell’illuminazione pubblica che tolto uno/due lampioni è completamente spenta. Lasciando ovviamente il porto nel buio più completo.

Però avremo la videosorveglianza. Cosa buona se implementerà ed aiuterà chi opera nel porto. Però forse dovremmo prima garantire i servizi minimi essenziali affinché un ambito portuale si dica ottimale e sicuro.

Continua a leggere

VERDE PUBBLICO COOPERAZIONE SOCIALE – BANDO

FacebookTwitterPrintShare

collaborative-workAttenzione al bene comune e promozione delle cooperative sociali di tipo b presenti sul territorio. Questi i due punti principali che la mozione presentata da Paolo Marinucci e Daniele Paradisi riesce a coniugare.

 

La proposta consiste nell’affidamento diretto della cura, di una parte, del verde pubblico a cooperative sociali che hanno come obiettivo il reinserimento e l’integrazione sociale di soggetti svantaggiati.

Continua a leggere

“VERDE PUBBLICO – BANDO”

FacebookTwitterPrintShare

asini_brucanoSta per scadere la proroga per la gestione del verde pubblico cittadino.  In questi ultimi anni si è visto gestire il verde sempre come un onere passivo e non come una possibilità di creare dei percorsi migliorativi che diventassero fonti di benessere per la cittadinanza, ad esempio con una mirata piantumazione di alberi o con la possibilità non solo di tagliare l’erba ma anche di curare il terreno arandolo e dandogli nuova vita per ipotizzare colture a bassa crescita.

Inoltre già nel 2013 dopo aver visto che anche l’ARPA riteneva preferibile l’utilizzo di metodi alternativi a quello chimico, quali i metodi biologici, meccanici e fisici per la gestione del verde urbano, come Consiglieri Comunali, avevamo proposta una commissione su questo tema chiedendo che venissero banditi i pesticidi di sintesi come ad esempio di “Glifosate sale di ammonio”, prodotto controindicato per questioni sanitarie e quindi non utilizzato in luoghi dove può venire a contatto con persone (cigli delle strade). Difatti tali prodotti essendo utilizzati in prossimità di zone abitate e frequentate possono entrare in contatto non solo con le falde acquifere, ma direttamente con animali domestici o con l’uomo.

Inoltre sempre più persone soffrono di allergie dovute alla vegetazione. Sono molti i casi di Comuni che hanno scelto di piantumare alberi e vegetazione “Allergy free” cioè privi di pollini o simili che possono sollecitare allergie. In questo modo si darebbe un piccolo aiuto a quelle persone che soffrono in alcuni periodi dell’anno a causa delle allergie.

Continua a leggere