Archivi categoria: Note

Interrogazione parlamentare – Tunnel e parcheggio

FacebookTwitterPrintShare

interrogazioneNei giorni scorsi è stata presentata al parlamento l’interrogazione sul progetto del Tunnel e del parcheggio di Termoli che l’onorevole di Sinistra Italiana, Nicola Fratoianni, ha rivolto al governo e, in particolare al ministro delle infrastrutture e dei trasporti. I consiglieri Marinucci e Paradisi, pensano che, attraverso l’interrogazione, siano messi in luce non tanto la ragionevolezza dell’opera, ma il rispetto delle note emerse dai comitati e dai tanti cittadini sentiti sul tema, la preoccupazione per alcune procedure considerate non del tutto chiare.

E poi la preoccupazione circa i reali vantaggi dell’opera e, soprattutto, i benefici economici che sembrerebbero sproporzionati nell’essere a favore della ditta costruttrice. Perchè spingere la “svendita” della res pubblica per rispondere a degli obiettivi quantificati e qualificati con il “sentito dire” e senza nessun atto di programmazione opportuno… piano del traffico e/o studi trasportistici /veicolari…

Ma non ultimo, l’interrogazione parlamentare amplifica le preoccupazioni dei cittadini riguardo il reale completamento dell’opera, la sua integrazione urbanistica ma soprattutto l’utilità dell’opera in questo momento storico e la completa negazione di ogni buona governance mediante l’ascolto dei cittadini e dei portatori di interesse.

Continua a leggere

Le cose non dette

FacebookTwitterPrintShare

2014930123836_emoticon_grande pensierosoAccadono cose a Termoli che si stenta a credere che possano essere vere. La vicenda del tunnel, non gradito dalla maggior parte dei termolesi, è nota un po’ a tutti. Ma non tutti conoscono alcuni particolari che danno alla vicenda l’aspetto di una beffa.

E’ noto che il tunnel passerà sotto via Roma e che sarà corredato di parcheggio e auditorium ed altro. Bene, il tunnel, con relativa manutenzione, e un parcheggio da oltre 600 posti resteranno di proprietà del Comune mentre auditorium e circa 100 posti auto saranno di proprietà della ditta costruttrice. Questa stessa terrà in gestione il parcheggio per 30 anni e all’amministrazione comunale sarà concesso semplicemente di utilizzare l’auditorium una tantum. Immagino che anche il parcheggio sotterraneo avrà bisogno di molta manutenzione e se questa venisse fatta “quanto basta” fra trenta anni il Comune erediterà una gran bella grana. (depuratore del porto docet!!)

Inoltre la ditta avrà in proprietà 10 unità abitative sul mare da utilizzare con finalità turistica e sarà proprietaria di una serie di locali commerciali da vendere o affittare.

Continua a leggere

Referendum StopTriv

FacebookTwitterPrintShare

Logo_fermaletrivelle_coloreIl 17 Aprile 2016 il Popolo Italiano sarà chiamato a pronunciarsi, attraverso un referendum, su un importante tema di natura energetica.

Sarà chiesto di esprimersi sulla possibilità o meno di permettere ai concessionari di licenze per estrazione di gas e petrolio (ovvero a praticare quelle che in questi giorni sono meglio note con il termine “trivellazioni”), per cui sono già state rilasciate delle concessioni entro 12 miglia marine dalla costa di continuare la loro attività fino al naturale esaurimento del giacimento (voto NO), oppure chiudere definitivamente le estrazioni al termine delle concessioni ottenute (voto SI).

Io andrò a votare – per scelta democratica e di partecipazione – e voterò SI per scelta di indirizzo programmatico.

Continua a leggere

Servizio idrico integrato: Marinucci presenta le modifiche alla Delibera di istituzione dell’Ente di governo

FacebookTwitterPrintShare

rubinettoCOMUNICATO STAMPA

Servizio idrico integrato: Marinucci presenta le modifiche alla Delibera di istituzione dell’Ente di governo

Sarà in discussione nella seduta di consiglio comunale di domani, mercoledì 29 luglio, la proposta di deliberazione riguardante l’adesione del Comune di Termoli all’Ente di Governo dell’Ambito del Molise per il servizio idrico integrato (E.G.A.M.). Ed il consigliere di Libera Termoli Paolo Marinucci, da sempre impegnato nella lotta all’acqua come bene comune e, pertanto, come bene pubblico, ha inteso presentare delle modifiche importanti allo Statuto di Istituzione dell’E.G.A.M. Modifiche condivise ed elaborate insieme ai componenti del Forum nazionale Acqua Bene Comune e ad un’assemblea di alcuni Sindaci sia della provincia del capoluogo che della provincia pentra.

Continua a leggere

Consiglio comunale Termoli, Marinucci e Paradisi: “Tra approvazioni, rinvii e bocciature un minimo comun denominatore: maggioranza in ordine sparso”

FacebookTwitterPrintShare

?????????????????????Un’assise fiume quella di ieri a Termoli, che ha visto il consiglio comunale confrontarsi su diverse argomenti presentati dai consiglieri Paolo Marinucci e Daniele Paradisi.

“Sette le mozioni a nostra firma in discussione nella seduta di consiglio ieri. Alcune approvate, altre rinviate ed altre, inspiegabilmente bocciate. Plauso sicuramente per l’approvazione all’unanimità (con una sola astensione) della mozione sulla gestione pubblica del sistema idrico integrato: credo che tutti ricordino il nostro attivo impegno affinché l’acqua, che è un bene pubblico, resti tale. Pertanto abbiamo ritenuto indispensabile impegnare il Comune di Termoli, all’interno dell’ente di governo del settore idrico integrato, a rappresentare che la posizione sulla gestione dell’acqua è di una azienda speciale di diritto pubblico. E siamo contento che tutta l’amministrazione si sia impegnata in questo senso”.

“Ci riteniamo inoltre pienamente soddisfatto che altri due argomenti di rilevanza sociale siano stati approvati dal consiglio comunale: mi riferisco in particolare alla mozione riguardante lo stallo per disabili nei pressi del plesso scolastico di Via Cina e alla sosta gratuita sulle strisce blu per un tempo non superiore a quindici minuti. Nel primo caso, si riuscirà a porre fine ad una situazione di disagio che impediva il raggiungimento della scuola ai disabili. E, dico di più, nell’approvazione della mozione tale impegno a rendere più agevole il raggiungimento dei plessi scolastici, si riflettesse su ogni istituto della città. Nel secondo caso invece, accogliendo anche le richieste dei commercianti e non solo, siamo riusciti ad ottenere la sosta gratuita di quindici minuti senza pagare il parcheggio per coloro che si recano in centro ad effettuare acquisti veloci e rapidi o che semplicemente debbano sbrigare qualche commissione. In questo modo, in un periodo di crisi generale, il ticket “mordi e fuggi” ci sembra un’ottima agevolazione sia per le attività commerciali che per i cittadini”.

Continua a leggere

Adesione sciopero generale del 12 dicembre

FacebookTwitterPrintShare

sciopero_generale_12Il Consigliere Paolo Marinucci comunica l’adesione, e invita alla partecipazione, allo sciopero generale indetto da CGIL e UIL per il 12 dicembre.

“Ho scelto di partecipare per esprimere con fermezza la mia contrarietà ai netti tagli che il governo centrale sta portando avanti che non fanno altro che generare caos nei territori andando a peggiorare la già compromessa situazione del Welfare locale, soprattutto in piccole regioni quali il Molise”.

Inoltre per dare un segnale che le politiche che vengono messe in atto non vanno nella direzione di salvaguardare le fasce più deboli ma ancora una volta di tutelare potentati e lobby chiedendo sacrifici a chi ogni giorno svolge con fatica e serietà il proprio lavoro.

Dirigenti Comune Termoli, Marinucci: “Si risparmia anche sull’età ma non sulla libera interpretazione delle normative.”

FacebookTwitterPrintShare

pensioneLa questione dei nuovi dirigenti al Comune di Termoli non piace molto al consigliere di Liberatermoli Paolo Marinucci: “Ho letto e continuo a leggere dichiarazioni del Sindaco in merito alle sue nomine dirigenziali dell’Ente che amministra e ogni volta è la solita minestra “Abbiamo risparmiato”. Beh, di sicuro il primo vero risparmio è quello sull’età anagrafica, e non me ne vogliano i dirigenti nominati!

Anche questa volta posso constatare che un’ampia fascia di età, precisamente quella che va dai trenta ai cinquant’anni, è stata decisamente tagliata fuori dalla possibilità di ricoprire incarichi e posizioni di lavoro che saprebbero ben gestire. La mia non vuole essere una polemica discriminante, anzi: mi rendo conto che persone con più esperienza abbiano un bagaglio più corposo, ma ciò non significa che professionisti più giovani non siano in grado di ricoprire lo stesso ruolo specie se, due dei dirigenti nominati “a titolo gratuito”, percepiscono già la pensione e quindi, abbiano comunque un’entrata economica a sfavore di chi un lavoro o non ce l’ha o l’ha perso. L’economia che il sindaco paventa è quella sul non pagamento degli stipendi a due dirigenti che presterebbero la propria professionalità gratuitamente. Ma siamo sicuri poi che prestare il proprio lavoro a titolo di volontariato garantisca un impegno continuo e costante? E come si può chieder conto del loro operato se non percepiscono neanche un centesimo dal Comune?”

“Risparmio, a mio avviso, non significa gratuità. Lottiamo per i giovani (e non) che vengono sottopagati o, sempre più spesso, non retribuiti perché ci rendiamo conto che il lavoro è dignità e la dignità la fa anche il resoconto economico di fine mese per il sudore che si investe nel proprio lavoro. Sarebbe stato quindi preferibile dimezzare il costo dei dirigenti, di sicuro molto elevato, e non renderlo volontario oltre che orientarsi su figure professionali più giovani, che hanno un approccio diverso e magari più moderno alla risoluzione delle problematiche che investono il nostro Comune”.

Continua a leggere

Lungimiranza o miopia?

FacebookTwitterPrintShare

best-practice

Il Consiglio Comunale dell’11 novembre scorso ha bocciato la mia mozione con la quale proponevo, in sintesi, di barattare il pagamento delle tasse con lavori socialmente utili per i cittadini in difficoltà economica.

Contraria tutta la maggioranza (un solo consigliere si è astenuto), ma mi ha colpito in particolar modo l’intervento del capogruppo consiliare del Pd Antonio Sciandra che riteneva la mozione non approvabile in quanto, a suo dire, manca una legislazione ad hoc attraverso la quale inquadrare la proposta. Ne sono rimasto stupito perché ho sempre pensato, evidentemente al contrario del consigliere Pd, che il compito della politica fosse anche quello di osare  strade nuove per il benessere dei cittadini. E’ evidente che l’amministrazione Sbrocca non la pensa come me e preferisce rimanere nell’alveo di percorsi già conosciuti e alle volte obsoleti.

Continua a leggere

Sempre più convinto delle mie scelte.

FacebookTwitterPrintShare

mano

Nel Consiglio Comunale dell’11 novembre si è consumato un attacco al rispetto e alla discussione democratica dell’assise civica.

Ripercorriamo la storia recente. L’8 luglio 2014 (prot. n. 025491) presento una proposta di delibera che propone di riportare il numero delle commissioni consiliari da 6 a 5, come quando i consiglieri comunali erano ventiquattro. In quella stessa proposta c’era la possibilità di eliminazione del gettone di presenza ai capigruppo consiliari e altri interventi volti a reperire economie e fondi da destinare al sociale.

Continua a leggere