Strutture in fitto ex Mercato di Via Inghilterra – informazioni

FacebookTwitterPrintShare

mercatoI Consiglieri Comunali Paolo Marinucci Daniele Paradisi interrogano il Sindaco in merito al “fitto delle strutture presso l’ex Mercato di Via Inghilterra”.

Parliamo di storia ormai nota. Nel 2009, dopo 40 anni, viene smantellata la copertura del mercato di via Inghilterra. A questo punto inizia un’odissea che trasforma la provvisorietà in quotidianità. Con varie delibere di giunta comunale, che si rinnovano allungando le scelte del fitto, l’amministrazione stabilisce di affidare alla ditta GSM dei F.ll Sangiovanni il nolo prima di gazebo e poi di un box ad uso bagno e quattro box per la ripresa della vendita da parte dei commercianti. Ad oggi, dopo svariati anni, il nuovo mercato è ancora in fase di costruzione e non si sa quando termineranno i lavori e nel frattempo il Comune ha speso oltre 140.000,00 € per l’affitto. Quando invece poteva spendere una cifra non superiore ai 25-30 mila euro se avesse acquistato i box con una lungimiranza politica ed una prospettiva di efficienza e salvaguardia dei conti comunali, quindi dei cittadini. Ipotesi, prospettata in sede di commissione dai sottoscritti consiglieri e rappresentata all’allora assessore Ferrazzano.

Ciò che si chiede al Sindaco Sbrocca è il motivo per cui, nel momento in cui si poteva dare un taglio, il nolo non si è trasformato in acquisto così da poter investire risorse pubbliche nel migliore dei modi. Questa amministrazione continua, in questo caso specifico così come in generale, ad operare in maniera poco lungimirante e priva di progettualità. E la questione che più ci preme è lo spreco dei soldi dei cittadini che invece di essere utilizzati per il bene di tutti sono sprecati in affitti che non lasciano niente per il futuro.

Continua a leggere

STALLI BLU – SOSTA BREVE GRATUITA

FacebookTwitterPrintShare

sostabreveI consiglieri comunali Paolo Marinucci Daniele Paradisi in una mozione che sarà protocollata al Comune chiedono al Sindaco di impegnarsi affinché si possa sostare negli stalli blu gratuitamente per i primi 15 minuti.

Considerato lo stato attuale delle cose troviamo che c’è stato un forte incremento degli stalli a pagamento rispetto a quelli gratuiti (compensazione rispetto ai parcheggi eliminati sul corso nazionale) ed inoltre non si favorisce un sistema di mobilità sostenibile.

La proposta pensata va in due direzioni. La prima è quella di dare la possibilità a chi, dovendo venire in centro per commissioni o altro, ha la possibilità di non pagare la sosta se effettivamente riesce a terminare il tutto entro i quindici minuti. La seconda è di incentivare l’acquisto anche nei negozi del centro visto che si potrebbe sempre in un tempo limitato disporre di una franchigia nel parcheggio.

Continua a leggere

STALLO SOSTA PORTATORI DI HANDICAP – INFORMAZIONI

FacebookTwitterPrintShare

sostadisabili            I consiglieri comunali Paolo Marinucci e Daniele Paradisi in una mozione che oggi sarà protocollata al Comune chiedono al Sindaco di impegnarsi alla realizzazione nei pressi del plesso scolastico di via Cina di uno stallo per la sosta dell’auto a servizio dei portatori di handicap anche mediante la modifica regolamentare se necessaria.

Presso il plesso scolastico di via Cina attualmente ci sono due situazioni di disagio per raggiungere la scuola e che la situazione peggiora in caso di pioggia e freddo. Una situazione conosciuta a tal punto che alcuni cittadini (oltre 150) hanno raccolto delle firme per supportare la ricerca di una soluzione che potrebbe essere quella di realizzare uno stallo di sosta per portatori di handicap.

Prendendo spunto da questi esempi avrebbe senso estendere una valutazione anche ad altri plessi cittadini per vedere se ci sono esigenze simili.

Continua a leggere

Adesione al progetto “Una scelta in Comune” – promosso dall’Associazione Nazionale Emodializzati Dialisi e Trapianto – Onlus (ANED)

FacebookTwitterPrintShare

scelta_comune_1I consiglieri comunali Paolo Marinucci e Daniele Paradisi in una mozione che oggi sarà protocollata al Comune chiedono al Sindaco e all’Amministrazione tutta di aderire al progetto “Una scelta in Comune” promosso dall’ Associazione Nazionale Emodializzati  Dialisi e  Trapianto – Onlus- ANED Onlus.

La donazione di organi e tessuti rappresenta un atto di grande solidarietà verso il prossimo, un segno di civiltà,di rispetto per la vita e di maturazione culturale di un paese, nonché costituisce un’ efficace  terapia per alcune gravi malattie e l’unica soluzione per patologie non altrimenti curabili.

Ad oggi, le norme di legge (si veda l’articolo 43 del decreto legge 69/2013, convertito dalla Legge 98/2013) dispongono che la carta d’identità può contenere l’indicazione del consenso ovvero del diniego della persona a donare gli organi in caso di morte (si tratta per altro, per il singolo, di una facoltà e non di un obbligo).

Continua a leggere

Bando illuminazione pubblica – guasti

FacebookTwitterPrintShare

pubblicaI Consiglieri Comunali Paolo Marinucci Daniele Paradisi interrogano il Sindaco in merito al “Bando di illuminazione pubblica”.

In una conferenza stampa del dicembre 2014 l’amministrazione comunale presentava il nuovo affidamento della pubblica illuminazione alla ditta vincitrice promettendo “Risparmio energetico, abbattimento delle emissioni di anidride carbonica, massima efficienza, con interventi immediati per le riparazioni.”

In teoria in 48 ore dalla segnalazione il guasto dovrebbe essere riparato. Nella pratica un lampione dopo la prima segnalazione telefonica e la seconda via mail per un arco temporale di un mese è ancora spento.

Continua a leggere

COSTA DEI DELFINI – informazioni

FacebookTwitterPrintShare

dolpino

I Consiglieri Comunali Paolo Marinucci e Daniele Paradisi interrogano il Sindaco in merito alla “Costa dei Delfini”.

Con delibera di giunta comunale n. 28 del 11.02.2015 l’amministrazione comunale ha deliberato di partecipare alla BIT di Milano con i comuni di Campomarino, Montenero di Bisaccia e Petacciato e di registrare il marchio “Costa dei delfini” per una spesa complessiva di € 11.330. E fin qui ci può stare. Però la domanda nasce spontanea. Perché se il tutto viene deliberato l’11 febbraio 2015 il dominio viene acquistato nel mese di dicembre e soprattutto dai documenti ufficiali non risulta la deliberazione del Comune di Petacciato? Inoltre perchè il dominio www.costadeidelfini.it è intestato al sig. Macchiagodena  e non al Comune di Termoli mentre il dominio www.costadeidelfini.com è tutelato dalla privacy? Terza domanda non per ordine di importanza. In data 06.09.1996 con numero 0000763575 il marchio “costa dei delfini” è stato registrato dalla Top Quark srl per conto del tratto di litorale che collega Santa Margherita a Portofino. Infatti viene chiamato Costa dei Delfini ed è considerato uno dei luoghi più esclusivi di tutta la Liguria (risultato di una semplice interrogazione di google sul nome costa dei delfini).  E’ vero che il marchio non è stato rinnovato. Ma siamo sicuri che nell’immaginario collettivo non si ormai assodato che la costa dei delfini sia in Liguria? E’ stata fatta una valutazione sulla possibilità che facciamo marketing per altri territori?

Continua a leggere

PC IMAC – acquisto

FacebookTwitterPrintShare

Apple_iMac

I Consiglieri Comunali Paolo Marinucci e Daniele Paradisi interrogano il Sindaco in merito all’acquisto di un nuovo personal computer - APPLE IMAC I5 8GB 500 GB 21.5″. L’acquisto del suddetto pc è costato alle casse comunali 868,00 euro (+190,96 di iva).

Da anni si chiede alla pubblica amministrazione una politica di “oculatezza” e nel contempo ai cittadini si chiedono sforzi pesanti in termini di tasse e tributi. Inoltre egli uffici comunali ci sarebbe bisogno di un rinnovo dei personal computer e spesso mancano anche gli strumenti basilari per un normale funzionamento.

Continua a leggere

MAGGIORANZA MIOPE E POCO LUNGIMIRANTE: CONTINUIAMO A PERDERE OCCASIONI

FacebookTwitterPrintShare

massarosa

Massarosa. Questo nome, alla maggior parte di noi, non fa venire in mente nulla di particolare. Si tratta di un paese di circa 23mila abitanti, in provincia di Lucca, il primo in Italia a sperimentare la novità introdotta dal decreto Sblocca Italia, convertito nella legge 164 del 2014, che all’articolo 24 prevede la riduzione dei tributi per i cittadini impegnati in attività di volontariato civico, sia singoli che associazioni. Di fatto stiamo parlando della stessa proposta che ho fatto al Consiglio Comunale di Termoli con una mozione protocollata il 17 ottobre 2014 e che è stata bocciata con il voto contrario di tutta la maggioranza, ad esclusione di un solo consigliere che si è astenuto. In quella sede, il consigliere Sciandra aveva motivato la bocciatura sostenendo la mancanza di una legge di riferimento, legge che, però, il suo stesso partito, quel PD che sta al governo, stava appunto varando. Il decreto legge del 12.09.2014, infatti, è stato convertito in legge l’11.11.2014. Forse questo aspetto è sfuggito al piddino Sciandra che non si prende, evidentemente, la briga di informarsi prima di parlare.

Continua a leggere

A prescindere è sempre NO!

FacebookTwitterPrintShare

collaborazione“Sviluppo sostenibile, beni comuni, solidarietà, sociale: sono questi alcuni dei valori chiave che dovrebbero guidare le coalizioni di centrosinistra ma a quanto pare l’amministrazione targata Sbrocca sembra si sia dimenticata di tutto questo” – ad affermarlo è il capogruppo di Liberatermoli Paolo Marinucci dopo l’animata discussione avvenuta nella seduta di consiglio comunale dei giorni scorsi.

“Ben due mozioni a firma del sottoscritto e del collega Paradisi sono state bocciate dalla maggioranza dell’assise: due atti di rilevanza fondamentale per quel che concerne il verde pubblico e la cooperazione sociale. Avevamo proposto al sindaco e al consiglio di inserire degli spunti sul nuovo bando del verde pubblico ponendo l’accento e l’attenzione su tematiche sensibili come l’utilizzo del biologico e la piantumazione di alberi “Allergy free”, evitando quindi l’utilizzo di qualsiasi pesticida di sintesi. Non solo: ci siamo preoccupati anche della questione sociale, chiedendo di censire delle aree verdi disponibili ed affidarne la cura e piccoli lavori di manutenzione a cooperative sociali di tipo B, ovvero quelle cooperative che hanno come obiettivo il reinserimento e l’integrazione sociale di soggetti svantaggiati. Nessuna delle due mozioni è passata, ma anzi, sono state sonoramente bocciate! Cosa dobbiamo pensare? Cosa devono pensare i cittadini termolesi? L’amministrazione ha perso un’ottima occasione per valorizzare le politiche sociali ed il bene comune. Ha mostrato ancora una volta la sua reticenza ad uno sviluppo sostenibile e nel rispetto dell’ambiente e del cittadino. In fondo, non abbiamo di certo chiesto la luna o modifiche rilevanti dal punto di vista economico. Tutt’altro!”

“Ma l’isteria amministrativa si è consumata anche riguardo un altro atto presentato dal sottoscritto in merito all’economia del gettone di presenza spettante ai consiglieri comunali. L’amministrazione, infatti sta ritardando nella discussione della proposta di deliberato in cui chiedo la costituzione di un fondo ad hoc per affrontare l’emergenza abitativa e la difficoltà di molte famiglie nel far fronte alle utenze domestiche e alle spese mediche – fondo che deriverebbe da un lato con il risparmio dei gettoni di presenza garantendo ai soli membri effettivi delle commissioni consiliari, con esclusione dei capigruppo, e dall’altro, con la riduzione del numero di commissioni consiliari al numero di 5 e non 6 (come sono attualmente).” Mercoledì mattina, nel rispetto del regolamento, avevo inviato tramite posta certificata delle proposte di emendamento ad integrazione di cui il consiglio comunale avrebbe dovuto tenere conto nella discussione. Purtroppo però questi atti non sono arrivati in discussione. Il Presidente del consiglio ha solo potuto certificare dopo visione della mia documentazione che l’invio era regolare. Purtroppo quindi è stato deciso di rimandare ancora una volta la discussione.

Continua a leggere