Archivi tag: ambiente

PARCO NAZIONALE COSTA DEI TRABOCCHI

FacebookTwitterPrintShare

trabuccoI turisti e i cittadini che passeggiano lungo il muraglione del Borgo Antico di Termoli, soprattutto, al tramonto, non possono non restare ammirati dai trabucchi. Queste possenti macchine che da oltre un secolo caratterizzano la costa del medio adriatico e che resistono al tempo e ai fortunali anche qui a Termoli. Grazie ad alcuni nostri concittadini e alle loro ricerche storiche la storia dei trabucchi la conosciamo tutti.

Le vecchie foto di Termoli ci mostrano il primo esemplare costruito quando il Borgo era a picco sul mare, altri piantati lungo la vecchia banchina lato sud del porto, di cui ancora oggi uno resiste. Altri al limite della spiaggia e giù via fino a Ponte sei voci. Non tutti esistono più. Termoli ha, in questo momento tre trabucchi funzionanti e uno in costruzione. Altri dovrebbero essere costruiti per richiamare questa secolare tradizione.

Sarebbe auspicabile fare di tutto perché non si disperda tale tradizione, ma soprattutto perché l’apporto che tali “macchine” possono dare al turismo della nostra cittadina sia sfruttato a pieno. A tal proposito, l’Abruzzo da diversi anni sta lavorando alla realizzazione di un “Parco Nazionale della Costa dei Trabocchi”. In questi ultimi mesi è stato anche nominato, dal Governo, un Commissario che dovrebbe occuparsi della sua implementazione.

Continua a leggere

“Rio Sei Voci – informazioni”

FacebookTwitterPrintShare

ruscelloCon il protocollo 2207/2014 l’Arpa ha reso noto al Comune di Termoli che gli esiti analitici delle acqua di Rio Sei Voci sono prossimi ai limiti di legge. Per questo motivo, i consiglieri Paolo Marinucci e Daniele Paradisi, che già in passato si erano fatti promotori di iniziative tese a sottoporre all’attenzione della vecchia amministrazione la situazione di Rio Sei Voci, tornano a chiedere a gran voce la messe in sicurezza del corso d’acqua. Le indicazioni della Prefettura e dei Vigili del Fuoco, infatti, vanno proprio in questa direzione. L’amministrazione Di Brino, pur avendo garantito che avrebbe messo in sicurezza Rio Sei Voci, di fatto, poi, non si era spesa in tal senso. Con l’interrogazione protocollata oggi al Comune di Termoli Marinucci e Paradisi, da sempre attenti alle questioni ambientali, sottopongono la questione al Sindaco Sbrocca nella speranza che la sua amministrazione sia più attenta a questi temi e soprattutto sia pronta ad agire secondo le indicazioni ricevute.

Al SINDACO
e, p.c. Al PRESIDENTE DEL CONSIGLIO
COMUNE DI TERMOLI
SEDE

 Termoli, 30 luglio 2014
Continua a leggere

“Istanza di permesso di ricerca – d494B.R.-EL – Mare Adriatico – informazioni”

FacebookTwitterPrintShare

airgunIn merito all’istanza di permesso – d494B.R.-EL – Mare Adriatico -  per indagini ispettive e per la ricerca di idrocarburi al confine termolese sono quasi arrivati alle battute finali.

La Provincia di Campobasso e il Ministero per l’Ambiente sono favorevoli. Il Ministero dello Sviluppo Economico lancia la palla al Comune di Termoli che secondo la nuova norma (art. 35 legge n. 134/2012)  deve rilasciare il parere essendo ”l’ente locale posto in un raggio di dodici miglia dalle aree marine e costiere interessate dalle attività”.

Il Consiglio Comunale di Termoli con delibera numero 29 del 20 marzo 2012 ha approvato all’unanimità l’O.d.G. “SALVAGUARDIA DELL’ADRIATICO E DEL TERRITORIO TERMOLESE DALL’ESTRAZIONE DI IDROCARBURI” (presentato dal Consigliere Marinucci) nella quale si esprimeva ferma contrarietà a qualsiasi operazione di ricerca e di estrazione di idrocarburi nel mare Adriatico e sul territorio termolese.

Continua a leggere

“Centrale a biomasse 1 MWe – Nucleo ind.le di Termoli – informazioni”

FacebookTwitterPrintShare

biomassal consiglieri Paolo Marinucci e Daniele Paradisi interrogano il Sindaco sull’iter autorizzativo per la costruzione di una centrale a biomasse nel Nucleo Industriale di Termoli, in prossimità di un area in cui, secondo i dati dell’Arpa, sono stati già rilevati parametri fuori dalla norma. Chiedono inoltre al Sindaco la posizione dell’amministrazione in merito alla costruzione di tale centrale e i tempi della realizzazione del “piano di caratterizzazione” previsto dal D.Lgs 152/06 in caso di superamenti di soglia della falde acquifere.

 

Al SINDACO
e, p.c. Al PRESIDENTE DEL CONSIGLIO
COMUNE DI TERMOLI
SEDE

Continua a leggere

Orti sociali, Marinucci: “Si coinvolga l’intero consiglio comunale”

FacebookTwitterPrintShare

ortisocialiComunicato stampa

Orti sociali, Marinucci: “Si coinvolga l’intero consiglio comunale”

 Si torna a parlare di orti sociali, dopo che l’amministrazione comunale ha pubblicato le linee guida per l’assegnazione e l’utilizzo degli appezzamenti di terreno da destinare ad orti sociali urbani. In merito, interviene il consigliere comunale Paolo Marinucci:

Continua a leggere

Intervento CC su Ampliamento Chimica

FacebookTwitterPrintShare

discorsoVorrei iniziare questo mio intervento sottolineando due questioni. La prima riguarda la natura del parere che oggi qui siamo chiamati ad esprimere; la seconda, invece, vuole andare a toccare alcune problematiche emerse in questi ultimi giorni.

In quanto consiglieri comunali oggi possiamo esprimere soltanto un indirizzo di tipo politico. Vale a dire che non sta a noi rilasciare un parere tecnico o un giudizio riguardo il percorso di rilascio delle compatibilità ambientali che faranno poi gli organi di competenza. Questo non ci esime, però, dal voler dire con chiarezza che tipo di sviluppo vogliamo per il nostro territorio.

La seconda questione riguarda i posti di lavoro: sia ben chiaro che non è assolutamente mia intenzione andare a ledere il diritto al lavoro di ognuno dei 130 impiegati nella Momentive. Chi ha seguito i lavori del Consiglio Comunale in questi anni conosce il mio impegno per le questioni sociali. Lungi da me, dunque, l’auspicare o il voler in alcun modo favorire il licenziamento dei lavoratori.

Continua a leggere

AMPLIAMENTO MOMENTIVE

FacebookTwitterPrintShare

14721

In merito all’ampliamento della Momentive abbiamo protocollato stamattina una mozione che chiede due cose fondamentali: la pronuncia del Consiglio Comunale nella misura della ferma contrarietà al progetto di ampliamento e l’impegno al Sindaco di convocare immediatamente cittadini e associazioni interessate per la formulazione delle osservazioni in merito a tale ampliamento.

La mozione segue le due attività istituzionali che ci hanno visto interessare l’amministrazione dagli inizi di Novembre prima con la convocazione della Commissione Ambiente e poi con una interpellanza discussa nell’ultimo Consiglio Comunale.

Continua a leggere

Commissione Ambiente 25 nov 2013

FacebookTwitterPrintShare

diserbanteChiediamo la convocazione della Commissione Ambiente per trattare l’argomento dell’utilizzo di prodotti chimici per il diserbo da erbacce da parte della ditta che gestisce il verde pubblico (nota prot. gen. n. 37513/2013). Dalla nota si evince che l’ARPA ritiene preferibile l’utilizzo di metodi alternativi a quello chimico, quali i metodi biologici, meccanici e fisici per la gestione del verde urbano. Mentre sembrerebbe che viene proposto un prodotto a base di “Glifosate sale di ammonio”. Prodotto che, sempre dalla nota, si apprende essere persistente all’acqua (tempo di emivita di 302 giorni) con probabilità quindi di arrivare anche alle falde acquifere inquinandole.

Inoltre da alcuni studi sembrerebbe che il principio attivo “Glifosate sale di ammonio” sia anche controindicato per questioni sanitarie e quindi non utilizzato in luoghi dove può venire a contatto con persone (cigli delle strade ad esempio). Per questi motivi chiediamo di affrontare il problema in commissione e capire come viene gestito il verde urbano.

Paolo Marinucci ed Erminia Gatti (Componenti della Commissione Ambiente)

Continua a leggere

RECUPERO FORSU

FacebookTwitterPrintShare

forsu_schemaIl biogas è un prodotto che deriva da un processo naturale di degradazione anaerobica delle componenti organiche dei rifiuti. Poiché per legge (D. Lgs. 36/2003) tale gas non può essere rilasciato in atmosfera ma deve essere opportunamente captato e smaltito, il suo impiego per la produzione di energia elettrica rappresenta una valida alternativa alla tradizionale combustione in torcia: la possibilità di una valorizzazione energetica consente di trasformare i rischi legati alla migrazione nel sottosuolo e/o alle emissioni in evidenti vantaggi di natura economica ed ambientale.

Considerando al momento che la biodigestione è uno degli attori che nel mix di tecnologie esistenti rappresenta un buon compromesso per trattare la parte organica dei rifiuti soprattutto nella logica di recuperare – producendo energia – economia dagli scarti però con uno sguardo molto attento all’ambiente.

Il Comune di Termoli fino a qualche mese fa portava la FORSU in discarica. Ovviamente pagando i relativi costi di smaltimento. Con la messa in servizio di un nuovo impianto di recupero biogas presso la discarica di Guglionesi si apre la possibilità del trattamento con recupero di energia.

Continua a leggere